Zumba

Zumba è una lezione di fitness musicale di gruppo che utilizza i ritmi e i movimenti della musica afro-caraibica, mixati con i movimenti tradizionali dell’aerobica. Fu creata dal ballerino e coreografo Alberto “Beto” Perez alla fine degli anni novanta in Colombia. Ha come obiettivo principale creare un alto consumo calorico grazie alla sua intensità variabile. Inoltre le musiche e le coreografie hanno lo scopo principale di divertire il praticante in modo da fargli dimenticare lo sforzo fisico con conseguente alto consumo calorico. Le coreografie sono create appositamente per fornire al partecipante un lavoro di alta intensità cardio-vascolare e un’alta dose di tonificazione su gambe e glutei principalmente. A maggio 2012 era diffusa in 125 paesi del mondo e contava 12 milioni di praticanti. La zumba è riconosciuta da: Aerobics and Fitness Association of America (AFAA), IDEA Health & Fitness Association, American Council on Exercise (ACE), UK Register of Exercise Professionals (REPS) e Fitness Australia.

 

Jumping

Un vigoroso allenamento su trampolini dove saltando si è in grado di aumentare il flusso linfatico dalle 15 alle 30 volte! Le ossa diventano più forti con l’esercizio ginnastica posturale:La ginnastica posturale è un tipo di ginnastica importante non solo per tutti coloro che presentano dolori e vari disturbi alla colonna vertebrale, spesso affetta da varie problematiche dovute anche ad un’errata postura assunta durante il corso della giornata, ma anche a scopo preventivo.

 

Pump

Il Life Pump è una tecnica di fitness ideata in America nel ’98 e si basa su 2 principi:
– Equilibrio: gli esercizi sono volti a far lavorare sia i muscoli agonisti che gli antagonisti in armonia, in modo da non creare squilibri di carichi e affaticati eccessivi.
– Progressività: gli esercizi hanno un andamento progressivo, iniziando e terminando ad intensità graduali.

 

Walkzone

Il walk zone aiuta a strutturare un lavoro cardiovascolare, è un’ azione aerobica con obiettivi ben precisi, anche se di volta in volta possono essere differenti.Una disciplina completa, che offre la possibilità di viaggiare con la mente.

 

Spinning

Lo spinning è un’attività aerobica/anaerobica di gruppo su bicicletta fissa. La lezione si svolge in gruppo, con la guida di un istruttore che, pedalando anch’egli, detta i ritmi di pedalata.
Si porta idealmente il ciclista in un immaginario viaggio in cui la concentrazione e il coinvolgimento facilitano la mente nell’alleviare il senso di fatica, in modo da aumentare le personali capacità fisiche. L’uso del cardiofrequenzimetro è stato reso obbligatorio, come per qualsiasi altra attività cardiovascolare.
Il ritmo della musica e la “resistenza” della bicicletta vengono variati per accompagnare delle immaginarie variazioni del percorso. In salita si utilizzano ritmi lenti con un aumento di resistenza della bike; la pedalata risulterà lenta e faticosa. L’istruttore guida l’allenamento cercando di ottenere il massimo dai pedalatori (detti spinmen).
Il pedalatore ha la possibilità di regolare autonomamente la resistenza, e quindi la difficoltà del percorso, secondo le personali capacità e il proprio grado di allenamento.
Le lezioni hanno una durata di massimo 50 minuti e producono un ottimo allenamento con un alto dispendio calorico migliorando non solo la potenza e la capacità lattacida ma anche il lavoro degli apparati cardio-circolatorio e respiratorio.

 

Ginnastica Posturale

La ginnastica posturale è un tipo di ginnastica importante non solo per tutti coloro che presentano dolori e vari disturbi alla colonna vertebrale, spesso affetta da varie problematiche dovute anche ad un’errata postura assunta durante il corso della giornata, ma anche a scopo preventivo, al fine di prevenire quindi l’insorgenza di eventuali dolori e fastidi a spalle e schiena, fastidi che possono divenire più frequenti con l’avanzare dell’età.

 

Step

Lo step è una ginnastica aerobica che si distingue da altre forme di esercizio aerobico per l’uso di una piattaforma detta appunto “step” di 25 cm, la cui altezza può essere adattata alle esigenze individuali con appositi distanziatori. Lo step aiuta a bruciare calorie e regolare il peso corporeo: la quantità di calorie bruciate dipende dalla velocità dei movimenti, dall’altezza dell’attrezzo e del tempo che si dedica all’esercizio. Lo step prevede una tipologia di allenamento che aiuta il sistema cardiovascolare e migliora la deambulazione, l’equilibrio e l’armonia dei movimenti. Dal momento che l’allenamento è divertente e piacevole può aiutare a diminuire lo stress mentale e se è svolto in gruppo, è in grado di creare e sviluppare rapporti sociali.

 

Brucia grassi

Gli esercizi brucia grassi sono mirati a perdere peso. Una ginnastica specifica composta da una batteria di esercizi semplici ed efficaci basati su un’attività aerobica, che aiuta a smaltire più velocemente le calorie introdotte con il cibo e ad accelerare il metabolismo.

 

Combat

Il Combat non è un’arte marziale né una classe di autodifesa sebbene i movimenti sorgono da queste discipline.
Benefici:
– Aumenta la forza, la flessibilità e la resistenza fisica.
– Migliora sostanzialmente la capacità aerobica del praticante.
– Data l’intensità del lavoro aerobico che si realizza, risulta un attività specialmente indicata per le persone che desiderino perdere alcuni chili.
– È molto raccomandabile per fortificare braccia, spalle, schiena ed addome.
– La sua pratica è consigliabile per tutte le età purché si adatti l’intensità alle possibilità della persona che lo pratica.
– Si tonifica il corpo dall’alto in basso, attivando e fortificando tutti i gruppi muscolari.
– Lo scarico di tensione e di adrenalina nel momento di realizzare i movimenti in forma di calci e pugni lo trasforma in un’ attività perfetta per combattere lo stress.
– La sensazione di potere e di forza aumentano l’autostima dell’apprendista.

 

Tonificazione

La tonificazione muscolare conferisce tono ai muscoli, ovvero, mette sotto tensione le fibre muscolari necessarie al mantenimento dello scheletro e allo spostamento del corpo o di oggetti. L’obiettivo è quello di sviluppare la forza muscolare in un’ottica di prevenzione e benessere. Acquisiamo delle conoscenze e delle competenze per allenare e sviluppare la tonicità, senza attrezzi di body-building (salvo piccoli materiali) e con l’utilizzo quasi esclusivo del peso del corpo.

 

Aerobica

L’aerobica per definizione è detta di resistenza (o endurance): capacità da parte dell’organismo di svolgere un esercizio muscolare generalizzato, in condizioni aerobiche, il più a lungo possibile. Gli obiettivi su cui basare un sistema di allenamento aerobico sicuro ed efficace si basa sui seguenti principi fondamentali, che sono anche le basi per ottenere un generale stato di benessere fisico:
– Frequenza: quante volte viene eseguito l’allenamento;
– Durata: tempo dedicato all’allenamento;
– Intensità: con quale grado di forza, energia, difficoltà;
Il corpo risponde aumentando la sua capacità di resistere allo sforzo, adattandosi all’aumento della domanda fisiologica (resistenza alla sete, alla fatica, allo stress dello sforzo, ecc). Ciò crea un effetto allenante (che non deve mai manifestare sensazioni di bruciore; si entra altrimenti nella soglia di produzione eccessiva di acido lattico, che determina la stimolazione di una continua contrazione muscolare, con il conseguente ritardo dell’effetto allenante. Si rischia di rovinare tutto il lavoro raggiunto, poiché a questo punto si possono certamente creare dei microtraumi alle fibre muscolari, causando, all’estremo, degli strappi).

 

Pilates

Il Metodo Pilates (detto anche semplicemente Pilates) è un sistema di allenamento sviluppato all’inizio del ‘900 da Joseph Pilates.
Pilates ha chiamato il suo metodo Contrology, con riferimento al modo in cui il metodo incoraggia l’uso della mente per controllare i muscoli. È un programma di esercizi che si concentra sui muscoli posturali, cioè quei muscoli che aiutano a tenere il corpo bilanciato e sono essenziali a fornire supporto alla colonna vertebrale. Il metodo è indicato anche nel campo della rieducazione posturale. In particolare, gli esercizi di Pilates fanno acquisire consapevolezza del respiro e dell’allineamento della colonna vertebrale rinforzando i muscoli del piano profondo del tronco, molto importanti per aiutare ad alleviare e prevenire mal di schiena. Con questo metodo di allenamento non si rinforzano solo gli addominali ma si rinforzano anche le fasce muscolari più profonde vicino alla colonna e intorno alle pelvi. Il punto cardine del metodo è la tonificazione e il rinforzo del Power House, cioè tutti i muscoli connessi al tronco: l’addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare. Gli esercizi che si eseguono sul tappetino (Pilates Mat Work) devono essere fluidi e perfettamente eseguiti, devono inoltre essere abbinati ad una corretta respirazione.
Il metodo Pilates non ha marchio di registrazione per cui ogni insegnante di educazione fisica motoria lo può adattare al proprio stile e alla propria personalità, ma si deve rifare ai principi basilari del Pilates che sono sei:
1) la Respirazione sempre ben controllata e guidata dall’aiuto dell’insegnante come nella pratica dello Yoga (nello specifico nel Pilates si inspira nel cominciare l’esercizio e nel momento dello sforzo maggiore si espira, a differenza dello Yoga, si inspira con il naso e si espira sia con il naso che con la bocca e per ogni esercizio vi è un preciso ritmo);
2) il Baricentro, sinonimo di Power House, visto come centro di forza e di controllo di tutto il corpo;
3) la Precisione, ogni movimento deve avvicinarsi alla perfezione, un lavoro a circuito chiuso dove l’insegnante deve avere continui feedback dall’allievo;
4) la Concentrazione, massima attenzione e concentrazione in ogni esercizio, la mente deve essere il supervisore per ogni singola parte del corpo;
5) il Controllo, controllo su ogni parte del corpo, non si devono effettuare movimenti sconsiderati e trascurati;
6) la Fluidità, questo principio è la sintesi di tutti i concetti precedenti.